Skip to main content

La proposta

La Carovana dei Pacifici muove i suoi primi passi il 1 marzo 2015 a Drizzona (Cremona), in una giornata dedicata al ricordo del maestro Mario Lodi [in english please].<

Drizzona: Pacifici davanti alla cascina di Mario Lodi

In quell’occasione, Roberto Papetti, giocattolaio amico di Lodi e di Gianfranco Zavalloni, presentò un percorso didattico che, partendo dal confronto con i pensieri e le riflessioni dei bambini, arriva all’esposizione dei Pacifici – truppette formate da sagome disegnate e colorate dai bambini stessi a chiusura del loro percorso di approfondimento – nei punti più significativi dei paesi e delle città.

 

 

 

 

Indichiamo di seguito un possibile percorso didattico:

  • Leggere la poesia “I giusti” di J. L. Borges o, con i più piccoli, un testo adatto all’età tra quelli suggeriti nella bibliografia.

I GIUSTI
di Jorge Luis Borges

Un uomo che coltiva il suo giardino, come voleva Voltaire.
Chi è contento che sulla terra esista la musica.
Chi scopre con piacere una etimologia.
Due impiegati che in un caffè del Sud giocano in silenzio agli scacchi.
Il ceramista che intuisce un colore e una forma.
Il tipografo che compone bene questa pagina che forse non gli piace.
Una donna e un uomo che leggono le terzine finali di un certo canto.
Chi accarezza un animale addormentato.
Chi giustifica o vuole giustificare un male che gli hanno fatto.
Chi è contento che sulla terra ci sia Stevenson.
Chi preferisce che abbiano ragione gli altri.
Tali persone, che si ignorano, stanno salvando il mondo.

  • Dialogare su rapporti sereni e litigi, parole affettuose e parole pesanti, gesti di aiuto e gesti di sprezzo, diritti e doveri: a partire dalla vita quotidiana di ciascun bambino.

Nel gruppo-classe occorrerà far sperimentare le abilità sociali: l’insieme dei comportamenti che permettono di sviluppare una buona relazione con gli altri (formare i gruppi in silenzio, chiamarsi per nome, parlare sottovoce, saper ascoltare, non interrompere chi parla, chiedere e offrire aiuto, dare un nome alle emozioni, comunicare il proprio pensiero in modo preciso…).

Apprendimento cooperativo: “Tracciare le strade per conoscersi”
  • Ricercare le tipologie e le cause del conflitti, analizzare i vari punti di vista, sperimentare attività e giochi di negoziazione, indicare soluzioni positive per promuovere consapevolezza per accettare le diversità e stare bene insieme.
  • Conoscere i luoghi nel mondo dove ci sono le guerre e chi ne soffre.
  • Realizzare il proprio personaggio pacifico a partire da una sagoma di cartoncino: https://www.youtube.com/watch?v=OBAcipkgQEo

 

Sagoma di cartoncino da ritagliare
  • Scrivere una breve frase individuale che entri in una struttura compositiva collettiva.
  • Fotografare ed esporre i Pacifici nei luoghi significativi, a scuola e nei dintorni: il municipio, il monumento ai caduti, i giardini, il comando dei vigili, una via dedicata a un eroe della pace…
I bambini pacifici
Come partecipare
Come partecipare

 

La proposta