Skip to main content

La felicità delle piccole cose. Stanza 14. Corpo.

Titolo della proposta:

Stanza 14 – CORPO: La felicità delle piccole cose

Nome del relatore:

Anna D’ Attolico

Contatto del relatore per eventuali richieste/precisazioni/passaggio di esperienze:

annadatt@hotmail.it; info@spaziodelsè.it
www.caviardage.it/insegnanti/

Obiettivi:
motivazionale: giocare con le parole e con il corpo, permette di esprimere in modo originale la propria
identità.
espressivo: riconoscere le parti di sé e imparare a farle comunicare, permette di “ascoltare la propria
voce”.
cognitivo: allena la mente
socio culturale: possibilità di confrontarsi anche con culture altre.

Modalità:
Partendo dal presupposto che la scuola è un contenitore di bellezza, o almeno dovrebbe esserlo, abbiamo
eseguito un’ attivazione attraverso un libro illustrato, un capolavoro poetico di Paul Fort “ La felicità è là
(in quel campo)”.
Subito dopo abbiamo scelto uno tra libri da macero: il libro prima, la pagina poi e infine le parole che in
qualche modo ci “chiamavano”.
Con il metodo Caviardage abbiamo composto la nostra poesia, che nella maggior parte dei casi
rispecchiava l’emozione suscitata dalla lettura effettuata precedentemente e l’ abbiamo condivisa nel
grande gruppo; poi abbiamo iniziato una mini sessione di Yoga della risata il cui motto è “Se ridi cambi,
e se cambi, il mondo attorno a te cambia” e anche in questa situazione (ovviamente ad un altro livello),
dopo aver riso e mosso il corpo, abbiamo composto un altra poesia, e subito è balzato agli occhi di tutti
che quell’esperienza guidata appena vissuta, permetteva una maggiore concentrazione e, un risultato
migliore. Sono venuti alla luce dei veri e propri capolavori.
Abbiamo concluso con una condivisione delle poesie prodotte.

DSC_0286

Come può l’ esperienza contribuire al percorso didattico
è un’esperienza facilmente riproponibile anche scindendo le due attività. Ho assistito durante una sessione
(in un liceo) a elaborazioni di testi classici con il metodo Caviardage oppure a lavori eseguiti su una
pagina di un quotidiano per trasformare una notizia cattiva in una notizia buona. Lo stesso dicasi per
Yoga della risata, che è un’attivazione, tra le tante scelte per questo laboratorio. Ormai innumerevoli studi
provano che attivare gli ormoni della felicità (tra cui la serotonina), permette una maggiore
concentrazione e anche di lavorare sulla saggezza del corpo troppo spesso sacrificato dietro un banco di
scuola.
Come può implementare altre esperienze
Il metodo Caviardage può essere utilizzato per eventi a tema (es. giornata della memoria) con l’
attivazione fatta attraverso la visione di un film ad hoc , ma anche per i bimbi più piccoli per eventi (es. la
festa della mamma o del papà) semplicemente facendo portare loro una foto. Rispetto all’interculturalità,
è un metodo che consente ai partecipanti di esprimersi nella loro lingua di origine (es. laboratori
interculturali).