Skip to main content
C’è speranza se accade

C’è speranza se accade a …

Il primo incontro nazionale della Rete si tiene sabato 2 ottobre 2011 a Soave (Verona) ospiti del Centro Culturale Lafogliaeilvento, che gestisce il Museo del Gioco nella cittadina in provincia di Verona .

Primo incontro nazionale Rete di cooperazione educativa

Partecipano una settantina di persone. Il programma prevede questi interventi:

C’è speranza se accade in via Anelli
Roberta Scalone, Maestra, Scuola Giovanni XXIII, PADOVA

Diritto di scena. Esperienze di teatro nella scuola per l’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione.

C’è speranza se accade a Castelfranco Veneto
Elia Zardo e Enrica Buccarella, Associazione “La scuola del fare”

C’è speranza se accade nei quartieri di S.Lucia-Golosine
Anna Malgarise e Arianna Vecchini, Comitato Genitori dell’IC 12 di Verona

C’è speranza se accade con i piccoli
Maria Luisa Lissoni e Michela Pasquotto
“La scatola azzurra”: esperienze realizzate con le insegnanti delle scuole dell’infanzia della provincia di Verona.

C’è speranza se accade tra le nuvole
Guido Ostanel. Becco Giallo Editore di Padova, Fumetti d’impegno civile.

Primo incontro nazionale Rete di cooperazione educativa

C’è speranza se accade a Scampìa
Luigi Monti, Mammut Napoli.

Come partorire un mammut (e non rimanere schiacciati sotto)
Pratiche, modi, strumenti, visioni e intuizioni dell’intervento pedagogico.

Primo incontro nazionale Rete di cooperazione educativa

Primo incontro nazionale Rete di cooperazione educativa