Iglesias – Il 25 aprile, facciamo soffiare un vento di pace!

13061976_1779492115613596_1198831568554348536_n

Iglesias – Il 25 aprile, facciamo soffiare un vento di pace!

Ad aprile 2016, anche Iglesias, cittadina della Sardegna sud-occidentale, ha accolto la Carovana dei Pacifici, un’iniziativa alla quale guardavamo con grande interesse da tempo, aspettando solo il momento di portarla nella nostra città, dedicandole il giusto spazio.

Questo lo abbiamo trovato con l’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani di Italia) di Iglesias, in collegamento con i festeggiamenti per il 25 aprile che, nel nostro contesto, hanno visto una collaborazione sempre più attiva da parte delle scuole.

Quest’anno, infatti, una volta concordato il percorso con la Rete di Cooperazione Educativa, l’ANPI ha elaborato una proposta rivolta alle scuole, battezzandola “Il 25 aprile, facciamo soffiare un vento di pace!”. Questa, in continuità con quanto già attuato nelle altri parti d’Italia, ha avuto l’obiettivo di promuovere percorsi di pace nelle classi, mettendo a disposizione, quale possibile traccia, l’esperienza documentata da Luciana Bertinato, e di invitare le classi a realizzare le truppette di pace, ideate da Roberto Papetti, da portare nella Piazza Oberdan, sede della cerimonia.

La risposta è stata molto positiva: hanno partecipato classi delle scuole primarie provenienti da tutti e tre gli Istituti Comprensivi della città (8 classi della Scuola primaria di via Roma, 7 classi della scuola primaria di via Deledda, 4 classi della Scuola primaria di Serra Perdosa e 2 classi della Scuola primaria del Villaggio Operaio), guidate da alcuni docenti che si sono assunti l’incarico di raccordare le diverse iniziative: Francesca Caddeo e Enrica Ena (Istituto Comprensivo “Pietro Allori”), Christian  Castangia (Istituto Comprensivo “Costantino Nivola”) e Barbara Mura (Istituto Comprensivo “Eleonora D’Arborea).

Ogni classe ha svolto il percorso in modo personalizzato, guidando i bambini a riflettere sulla pace e sull’impegno attivo che ognuno di noi può assumere per costruirla con piccole azioni quotidiane. Ha poi realizzato i Pacifici, sia utilizzando i materiali messi a disposizione dalla Rete, sia valorizzando la creatività dei diversi gruppi classe.

La mattina del 25 aprile, tutte le scuole si sono date appuntamento in Piazza Oberdan, con un invito aperto anche alle famiglie; così, bambini, insegnanti e genitori si sono ritrovati a collaborare per posizionare i tantissimi Pacifici realizzati sotto il Monumento ai caduti, per poi unirsi al corteo che da Piazza Municipio ha percorso il centro per ritornare nella Piazza dedicata ai caduti.

Vi lascio immaginare la bellezza di poter apprezzare gli spazi del nostro centro storico invasi dai bambini, da insegnanti e da genitori, tutti riuniti per restituire vita ad una ricorrenza così importante e per portare il messaggio più alto: quello della pace.

La manifestazione si è conclusa dando la parola proprio ai bambini, che hanno letto alcuni testi poetici e intonato qualche canto corale, diretti dai maestri Daniela Fadda e Christian Castangia.

Al termine della Cerimonia, i Pacifici sono rimasti nella piazza per tre giorni, così da continuare a richiamare l’interesse dei cittadini e diffondere i loro messaggi di pace.

A nome dell’ANPI di Iglesias e delle scuole che hanno partecipato all’iniziativa, ringrazio tutti gli amici della Rete “C’è speranza se accade@”. È stato emozionante sentirsi parte del cammino intrapreso dai Pacifici e sentire la forza di essere in tanti a camminare nella stessa direzione.

Enrica Ena

Iglesias

 

 

No Comments

Post a Reply

Vai alla barra degli strumenti